Tutto quello che occorre per organizzare una festa per tuo figlio

Tutto quello che occorre per organizzare una festa per tuo figlio

Organizzare una festa di compleanno a casa propria è sicuramente una cosa impegnativa, ma se lo spazio e il numero degli invitati lo consentono non c’è alcun motivo di non farlo. Senza dover portare torte e cose in giro con l’automobile e senza dover sgombrare poi in fretta, a casa propria si può svolgere tutto tranquillamente e si ha a disposizione tutto quanto può essere necessario per una festa al top.

Il classico per bambini e ragazzi è organizzare la festa nell’orario pomeridiano, ma tutto dipende dal programma. Per una festa perfetta bisogna pensare ad ogni dettaglio: dall’invito, al cibo, all’animazione. Vediamo come organizzarsi.

L’invito

Il biglietto d’invito può oggi anche non essere cartaceo. Visto che siamo nell’era degli smartphone è infatti possibile realizzare una locandina grafica e inviarla a tutti in tale formato. Nessuno si stupirà e si sarà sicuri che nessuno dovrebbe perdere l’invito. Se non tutte le persone invitate sanno bene dov’è la casa, è meglio specificare nell’invito l’indirizzo e il nome sul citofono così da evitare incomprensioni, mille telefonate e spiacevoli disguidi.

Sull’invito in ogni caso è opportuno specificare data e ora della festa, compreso l’orario in cui i genitori dovrebbero venire a prendere i bambini. Non bisogna infatti dare per scontato che tutti i genitori si fermino alla festa. Sull’ingresso è bene mettere qualche palloncino per far vedere subito la “giusta via” per raggiungervi. Essendo che la festa è a casa, inoltre, si consiglia di richiedere gentile conferma: anche una differenza di poche persone può cambiare le carte in tavola. È chiaro che tutti vi diranno se verranno o meno, ma il fatto di dare “ufficialmente” una risposta vincola sicuramente di più e si hanno maggiori certezze.

Intrattenimento

Le feste di compleanno dei bambini e dei ragazzi dovrebbero prevedere un minimo di animazione. Se i bambini non sono proprio piccoli, però, un animatore può sembrare troppo infantile. I ragazzi, si sa, da un certo punto in poi preferiscono essere considerati dei piccoli adulti. Una delle cose che riscuote successo anche se si parla di ragazzi, per l’appunto, e non proprio di bambini (anche se impazziscono anche i bambini) sono i trucchi di magia.

Alcuni trucchi che hanno fatto la storia e sono dei classici, oggi si sa che sono molto semplici. Ecco perché, quindi, si potrebbe pensare di lasciare che sia uno zio o il papà ad occuparsene. In alternativa si può anche pensare di assumere un mago professionista. L’indovinare numeri solo pensati, attorcigliare un cucchiaio, tagliare una persona a metà suscita sempre un certo clamore e successo in queste feste. Se si assume un professionista si potrebbe creare proprio una scaletta dell’evento ora per ora, mettendo anche l’intervento del mago in programma così da creare aspettativa.

Cibo

Il cibo, come i trucchi di magia, si può far da sé o farlo fare da altri. Questo dipende dalle proprie attitudini e dal tempo a disposizione. Si potrebbe altrimenti comprare qualcosa di pronto e produrre qualcosa con le proprie mani. I buffet per i compleanni prevedono sempre bibite di diverso tipo, cose dolci e salate e infine una bella torta con le candeline da spegnere. Le pietanze sono di solito cose semplici, anche perché ai bambini le cose troppo sofisticate non piacciono molto. La cosa più comoda è scegliere alimenti che si consumino con le mani senza troppi problemi, salvo ovviamente la torta di compleanno per cui ci vorranno sicuramente dei piattini.