8 idee per arredare uno spazio open space

8 idee per arredare uno spazio open space

L’Open Space è uno spazio abitativo che consente di allargare l’aria all’interno della propria casa, recuperando metri quadri preziosi, semplicemente abbattendo i muri e unendo i diversi locali. Spesso nelle case molto piccole vengono uniti soprattutto gli ambienti che corrispondono alla cucina alla zona pranzo e al soggiorno.

In questo modo, a differenza di un’abitazione tradizionale, un Open Space permette di creare maggior volume, ariosità e luminosità nella casa. Questo metodo è adatto sia per abitazioni che per uffici, ma l’Open Space non deve essere confuso con un Loft. Quest’ultimo, infatti, consiste soltanto nel recupero abitativo di vecchie fabbriche inutilizzate, che vengono ristrutturate e trasformate in nuove abitazioni. Per arredare uno spazio come questo è necessario avere idee ben chiare e ponderate, affinché il lavoro di unione degli interni per un’aria molto più vasta non sia vano. Ecco 8 idee per arredare un open space.

Mobili

La disposizione dei mobili è uno dei punti più delicati nell’arredamento di un Open Space. A differenza di quello che si potrebbe pensare, i mobili devono essere posizionati e scelti con un certo criterio. Quando vengono abbattuti i muri per creare uno grande spazio per l’unione di più ambienti, molti pensano che sia possibile acquistare dei mobili ingombranti per ricoprire tutto lo spazio lasciato libero. In questo modo però il lavoro fatto diventa vano.

Molto spesso fare questo tipo di sbaglio in fase progettuale può sottoporre al rischio di ritrovare caos e poco ordine una volta finito il restauro della casa. Le diversi componenti d’arredo possono essere, naturalmente, scelte in base al proprio gusto personale, ma magari è necessario non acquistare elementi molto grandi che potrebbero poi creare delle limitazioni sul resto dell’arredamento. Inoltre, è importante, per sfruttare al meglio lo spazio a disposizione, che i mobili siano posizionati al ridosso delle pareti, così da lasciare libero lo spazio per il proprio movimento.

Impianto di riscaldamento

L’impianto di condizionamento, utile nei mesi estivi ma anche in quelli invernali, è una giusta installazione da concludere soprattutto per riscaldare e rinfrescare tutta la casa. Se si tratta di un Open Space è ovvio che tutte le porte scorrevoli vengano eliminate per lasciare lo spazio giusto e unire gli ambienti, in questo modo la scelta del condizionatore sarà molto adeguata ed economica. Infatti con un solo sistema di riscaldamento è possibile comprendere tutta la superficie dell’intera casa, senza comprare un secondo, o addirittura un terzo, condizionatore.

Un’opzione interessante è data dall’utilizzo del sistema radiante. I condizionatori possono anche essere considerati ingombranti in un appartamento piccolo, quindi è bene scegliere il proprio calorifero in base al design, o acquistare direttamente un riscaldamento a pannelli. In questo modo l’aria verrà distribuita in maniera omogenea in tutta l’abitazione, anche negli angoli della casa magari più lontani.

L’illuminazione

Se tutti gli spazi della casa vengono uniti, diventa di vitale importanza un impianto di illuminazione che abbia molti punti di luce e che riesca, quindi, ad illuminare l’intera abitazione. L’impianto dovrà creare sia luci soffuse e diffuse ovunque sia punti luce concentrati in prossimità delle zone più frequentate, come il salotto e la cucina. In questo modo si andrà ad evitare l’affaticamento della vista in alcuni angoli bui della casa. Se, invece, l’abitazione è dotata di ampie finestre, la diffusione di luce naturale dovrà essere sfruttata al massimo per gran parte della giornata fino al tramonto.

Vasca da bagno

La vasca da bagno può essere inserita nell’Open Space della camera da letto, o addirittura nel soggiorno, nel caso in cui ci sia una bella vista panoramica. In questo modo è possibile recuperare gli spazi e gli angoli vuoti per aumentare la superficie calpestabile soprattutto in bagno, dove magari c’è spazio soltanto per i sanitari. Non manca, quindi, la possibilità di creare un’unica grande stanza, ma è importante fare eccezione per il bagno, che deve essere isolato dal resto, per ovvie questioni di privacy e di igiene.

Tavolo da cucina

Il tavolo è senza dubbio essenziale in una cucina, ma è e anche vero che può acquisire diverse funzioni: luogo per consumare il pranzo o la cena, oppure l’elemento che si trasforma in tavolo da lavoro. Se si è soliti invitare tanti amici, la scelta migliore ricade sul tavolo a consolle, ovvero un ripiano che si apre e si richiude e che può ospitare fino a 12 persone. Scegliendo tavoli che possono essere richiusi, lo spazio acquisito sarà enorme e davvero molto evidente, anche perché una volta chiusi occuperanno lo spazio di un piccolo mobile. È importante valutare sempre bene che una volta inserito tra l’arredamento di casa, il tavolo non sia di intralcio per le proprie attività quotidiane.

Quadri

I quadri e le cornici con le foto del cuore sono un’idea carina e sfiziosa per adornare tutto l’appartamento. Anche se, nella maggior parte degli Open Space, al ridosso delle pareti sono attaccati i mobili, è importante dare un tocco tutto personale alla grande abitazione, trovando magari degli spazi liberi da abbellire con foto significative.

Piante

Una componente d’arredo molto utilizzata è rappresentata dalla presenza di piante. Queste riescono a riempire gli spazi vuoti della casa e allo stesso tempo adornare con un po’ di verde tutto l’ambiente. Le piante, infatti, sono molto utilizzate come regalo per una nuova abitazione. È ovvio, però, che bisogna tener conto del tempo e della pazienza che bisogna avere per prendersi cura di questi organismi vegetali.

Appartamenti soppalcati

Se l’abitazione presenta dei soffitti molto alti, una interessante soluzione sono gli appartamenti soppalcati. Spesso ad essere soppalcata è la camera da letto, che viene separata del resto dei locali per recuperare spazio prezioso. Ovviamente è anche vero che un letto soppalcato permette di guadagnare non solo in spazio ma anche in privacy, infatti c’è anche bisogno, nel caso del letto matrimoniale, anche di una giusta dose di intimità.

L’appartamento soppalcato può ospitare anche un ufficio o uno studio per il lavoro. Infatti quando si ha bisogno di più spazio e maggior concentrazione per studiare o lavorare è possibile costruire uno studio soppalcato, in modo da non lasciarsi distrarre da tutto ciò che succede di sotto.